Richiesta per la rimozione dei vincoli sul prezzo di vendita e sul canone di locazione per appartamenti realizzati nei Piani di zona per l’edilizia economica popolare (Peep)

Cos’è
Il Comune di Camerino ha approvato, a partire dagli anni ’60 del secolo scorso, ai sensi della normativa in materia di programmi e coordinamento per l’edilizia residenziale pubblica (ex art. 35 legge 865/1971 e legge 167/1962), i Piani di zona per l’edilizia economica popolare (Peep) in vari quartieri della città (San Paolo, Vallicelle, Montagnano), stipulando le relative convenzioni per la cessione del diritto di superficie o di proprietà delle stesse aree.
Gli appartamenti realizzati in questo regime di edilizia convenzionata non possono essere venduti o affittati nel libero mercato, in quanto tali convenzioni impongono un vincolo sui prezzi massimi di vendita e sui canoni massimi di affitto. Per poter vendere o affittare nel libero mercato il proprietario di queste unità immobiliari dovrà pertanto rimuovere i vincoli stipulando un’apposita convenzione con il Comune di Camerino, come previsto dalla legge (art. 31 comma 49 bis legge n. 448/1998 e ss.mm.ii.), a condizione che siano trascorsi almeno cinque anni dalla data del primo trasferimento e previo pagamento di un corrispettivo.
Le procedure ed i criteri (allegato A_procedure e criteri.pdf) per eliminazione dei vincoli relativi al prezzo massimo di cessione gravanti sugli alloggi realizzati nell’ambito dei piani di zona per l’edilizia economica e popolare (P.E.E.P.) e per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà a seguito del D.M. Economia e Finanze n. 151 del 28/09/2020, sono stati definiti con Deliberazione Consiliare n. 15 del 26/03/2021.

Soggetti ammessi a richiedere la rimozione dei vincoli
Possono accedere alla procedura di rimozione dei vincoli tutti i proprietari degli alloggi realizzati su aree PEEP, sia concesse in diritto di superficie che cedute in diritto di proprietà, convenzionate ex art. 35 della L. 865/1971, oltre che le persone fisiche che vi abbiano interesse, anche se non più titolari di diritti reali sul bene immobile, sempre che siano trascorsi almeno cinque anni dal primo atto di trasferimento (contratto sottoscritto tra il concessionario/cessionario del diritto di superficie/proprietà, che ha stipulato la convenzione con il Comune di Camerino, e l’assegnatario/acquirente).

Accedere al servizio
Per chiedere la rimozione dei vincoli, l’interessato dovrà presentare apposita istanza al Settore 4^ -Urbanistica – Edilizia del Comune di Camerino secondo il modello “C”.
Una volta versato il corrispettivo, si potrà procedere alla stipula della convenzione per la rimozione del vincolo mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata, soggetti a trascrizione presso la conservatoria dei registri immobiliari. La scelta del notaio rientra nella discrezionalità del richiedente.
Tutte le spese inerenti e conseguenti la rimozione del vincolo, comprese quelle di rogito, catastali, ipotecarie, le imposte e i bolli, se ed in quanto dovute, sono a carico del richiedente la rimozione del vincolo.
Come previsto dall’art. 2 del DM 151/2020, su richiesta di parte il Comune concede una dilazione di pagamento del corrispettivo nei seguenti termini:
– una prima rata pari al 30% del corrispettivo dovuto;
– massimo 12 ulteriori rate costanti mensili per la corresponsione del restante 70% del corrispettivo dovuto maggiorato degli interessi legali;
Con deliberazione consiliare n. 15 del 26/03/2021 sono stati approvati i seguenti schemi di convenzione:
– Convenzione per la rimozione dei vincoli di cui all’art. 35 della L. 865/1971 (allegato A1_convenzione tipo rimozione vincoli.pdf)
– Convenzione per la trasformazione del diritto di superficie, già concesso ai sensi dell’art. 35 della L. 865/1971, in diritto di proprietà (allegato A2_convenzione tipo_trasformazione dirirtto sup. in prop.pdf)
– Convenzione per la trasformazione del diritto di superficie, già concesso al sensi dell’art. 35 della L. 865/1971, in diritto di proprietà e per la contestuale rimozione dei vincoli di cui all’art. 35 della L. 865/1971 (allegato A3_convenzione tipo trasf. sup. in prop. e rimozione vinc.pdf)
Una volta rimosso il vincolo, l’immobile potrà essere venduto o affittato in regime di libero mercato.

Cosa serve
– Istanza in bollo secondo il modello allegato “C” (modello C.pdf)
– Fotocopia del proprio documento di identità e codice fiscale
– Planimetria catastale dell’alloggio e relative pertinenze
– Copia atto notarile di compravendita/assegnazione dell’alloggio e relative pertinenze
– Copia della concessione edilizia o estremi della stessa
– Dichiarazione sostitutiva di atto notorio relativa ai millesimi di proprietà, resa sulla base del modello predisposto dall’Amministrazione Comunale, con allegata tabella quote millesimali e documento di identità del sottoscrittore (dichiarazione millesimi.pdf)

Costi e vincoli
I costi previsti sono i seguenti:
• € 16,00 marca da bollo;
• Costo del corrispettivo per la rimozione del vincolo, da calcolare per ciascun caso specifico;
• Spese notarili e tutte le altre spese inerenti e conseguenti la rimozione del vincolo, comprese quelle di rogito, catastali, ipotecarie, le imposte e i bolli.

Tempi e scadenze
Il Settore 4^ -Urbanistica – Edilizia, ricevuta l’istanza completa di tutti i dati necessari per il suo esame e conclusa l’istruttoria, comunicherà al richiedente, entro 120 giorni, il corrispettivo per la rimozione dei vincoli.
Entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione del corrispettivo dovuto, il richiedente dovrà comunicare se intende procedere con la rimozione del vincolo e, in tal caso, provvedere a corrispondere lo stesso mediante versamento a favore del Comune di Camerino, rimanendo nel termine dei 60 giorni previsto.
Nel caso in cui la stipula non avvenga entro 180 giorni dalla comunicazione del corrispettivo da parte del Settore 4^ -Urbanistica – Edilizia, per cause non imputabili al Comune, la pratica sarà archiviata d’ufficio e sarà necessario l’avvio di una nuova istruttoria.

Casi particolari
Nel caso in cui il richiedente sia proprietario dell’immobile in regime di diritto di superficie, potrà richiedere la trasformazione del diritto di superficie in diritto di piena proprietà contestualmente alla rimozione del vincolo, utilizzando il modello A3. In tal caso il Settore 4^ comunicherà sia il corrispettivo per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà, ai sensi di legge (dell’art. 31, comma 48 legge 448/1998), sia il corrispettivo per la rimozione del vincolo.

Ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni potranno essere richieste all’indirizzo barbara.mattei@comune.camerino.mc.it o all’arch. Barbara Mattei tel 0737-632529

Allegati

allegato A procedure e criteri [PDF - 163 KB - Ultima modifica: 11/05/2021]

allegato A1 convenzione tipo rimozione vincoli [PDF - 105 KB - Ultima modifica: 11/05/2021]

allegato A2 convenzione tipo trasformazione dirirtto sup. in prop. [PDF - 45 KB - Ultima modifica: 11/05/2021]


ALLEGATO B D.C.C. n. 15 del 26.03.2021 [PDF - 765 KB - Ultima modifica: 11/05/2021]

modello C richiesta di svincolo [PDF - 118 KB - Ultima modifica: 11/05/2021]

dichiarazione millesimi [PDF - 28 KB - Ultima modifica: 11/05/2021]

Contenuto inserito il 11/05/2021 aggiornato al 11/05/2021

Informazioni

Nome della tabella
Responsabile del procedimento Barbara Mattei
Telefono: +39 0737 632 529
E-mail: barbara.mattei@comune.camerino.mc.it
PEC: protocollo@pec.comune.camerino.mc.it
Chi contattare Urbanistica – Edilizia

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità