Tre anni dal sisma: a Camerino inaugurazione della scultura “L’albero della speranza” e l’intitolazione della piazza del Sottocorte Village a Dario Conti

Camerino si prepara al terzo anniversario del sisma che il 26 ottobre 2016 colpì il Centro Italia e che ha segnato profondamente la città ducale cambiando la vita dei suoi abitanti e non solo. Proprio simbolicamente è stata scelta la data di sabato per inaugurare la scultura commemorativa “L’albero della speranza” realizzata dall’artista Nazzareno Rocchetti a ricordo dei cittadini onorari che sono stati vicini alla popolazione dopo il terremoto.
Una cerimonia che inizierà alle 16 al Sottocorte Village con la Banda Città di Camerino che con le sue note accompagnerà il pomeriggio. Non solo. Nello stesso pomeriggio, infatti, sarà intitolata la piazza del centro commerciale all’aperto all’ex sindaco di Camerino, Dario Conti, che tanto si è battuto per la città e il territorio, parlando anche per primo dell’esigenza di una legge speciale per la ricostruzione, dopo il terremoto. “Il 26 ottobre non sarà mai una data come le altre per tutti noi – ha detto Sandro Sborgia, primo cittadino della città ducale – Abbiamo scelto questa data non a caso perché possa essere anche un simbolo di rinascita della nostra città nonostante i danni causati dal terremoto. L’albero della speranza per noi sta a simboleggiare il forte senso di appartenenza al nostro territorio, ma anche la speranza che mai verrà meno in ognuno di noi per un ritorno alle abitudini che il terremoto ha purtroppo modificato. Contestualmente sarà intitolata la piazza a Dario Conti, una figura che tanto si è spesa per la montagna e per Camerino e che tanto bene ha fatto per la nostra terra” conclude il sindaco Sandro Sborgia

Contenuto inserito il 24/10/2019
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità