Osservatorio sicurezza stradale

Nella tavola rotonda sulla “Sicurezza stradale” a Palazzo ducale (12 aprile) numerose relazioni hanno focalizzato le maggiori problematiche dell’argomento.

L’iniziativa, organizzata dalla facoltà di giurisprudenza, ha il patrocinio della Prefettura di Macerata, dell’Ass Europea familiari e Vittime della strada onlus, della Provincia di Macerata e del Comune di Camerino.

Nell’occasione l’assessore ai servizi sociali e all’istruzione Enrico Pupilli ha proposto la costituzione di un osservatorio sulla sicurezza stradale: “Già dallo scorso anno abbiamo dato il via ad una serie di iniziative nelle scuole in collaborazione con la Polizia municipale. Consideriamo infatti fondamentale affiancare all’impegno della vigilanza quello, altrettanto importante, sul versante della prevenzione e dell’educazione stradale. Si tratta di una comunicazione indispensabile rivolta ai giovani, in materia di legalità, civiltà. Un monitoraggio indispensabile che coinvolge in primis i giovanissimi e i nuovi stili di vita”.

I dati nazionali in materia di sicurezza non sono confortanti: dal dopoguerra ad oggi su 440 mila km di strade italiane sono morte oltre 400 mila persone e ben 14 milioni sono rimaste ferite. La maggiore vigilanza si pone il primario obiettivo del controllo della velocità e della riduzione di stragi, quelle del sabato sera in primo luogo, sempre drammaticamente numerose.

Nella tavola rotonda a Palazzo ducale le varie relazioni hanno fatto luce su varie problematiche riguardanti la sicurezza stradale:

“La tutela delle vittime della strada nell’ordinamento italiano” (Federico Alfredo Bianchi ass Europea familiari e vittime della strada); “Idoneità alla guida: problematiche medico legali (Piergiorgio Fedeli Università di Camerino); “Sostanze di abuso  e sicurezza stradale” (Paola Morlupo Avvocato del foro di Perugina), “La guida sicura” (Leo Isolani, Ferrari Racing Team); “Nuove Patenti europee” (Balduino Simone dirigente Polizia Stradale); “Uno stile del bere giovanile: il binge drinking (Paolo Verdarelli Università di Camerino).

Contenuto inserito il 20/04/2012
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità