Il vicesindaco Gianluca Pasqui firma il Protocollo d’intesa con l’Istituto Musicale e con gli Istituti d’Istruzione superiore della città

“E’ stato firmato a Palazzo comunale Bongiovanni – dice il vicesindaco e l’assessore alla cultura e al turismo Gianluca Pasqui – un importante Protocollo d’intesa tra il Comune di Camerino, l’Istituto Musicale “Nelio Biondi” di Camerino, gli Istituti d’Istruzione Superiore della città”.
Nella Sala Ridotto del Municipio, giovedì 25 novembre, a sottoscrivere l’intesa, finalizzata a riconoscere crediti formativi agli studenti iscritti all’associazione Istituto Musicale”Nelio Biondi”, erano presenti : il vicesindaco e assessore Gianluca Pasqui, il maestro Vincenzo Correnti direttore dell’Istituto Musicale, il dirigente scolastico Giovanni Severini dell’Istituto d’Istruzione Superiore “C. Varano”, il dirigente scolastico dell’ITCG “G. Antinori” Maurizio Cavallaro, il vice preside Francesco Rosati dell’IPSIA “Don E. Pocognoni”.
“L’Istituto musicale e gli Istituti di istruzione secondaria di secondo grado di Camerino – specifica il maestro Correnti – hanno quindi concordato che il corso di strumento musicale per studenti iscritti alle scuole secondarie superiori di Camerino, nell’ambito delle attività didattiche dell’Istituto Musicale “N. Biondi” garantisce ai propri studenti l’acquisizione di crediti formativi, validi per l’esame di maturità e da inserire nel curriculum personale della scuola superiore. Ai fini dell’acquisizione dei crediti ogni studente è tenuto a mantenere un livello di profitto minimo in tutte le materie principali e complementari obbligatorie previste per il piano di studi musicali a cui è iscritto e a frequentare le lezioni con regolarità”.
Al termine del biennio gli studenti in regola con le condizioni di permanenza nel corso sosterranno un esame articolato in una prova di esecuzione strumentale e una breve dissertazione orale su argomento specialistico. Al compimento del biennio ogni studente otterrà un attestato con valutazione e descrizione dettagliata del percorso formativo compiuto.
Al termine del quinquennio, gli studenti in regola con le condizioni di permenenza nel corso, sosterranno un esame articolato in una prova di esecuzione strumentale e in una orale su argomento specialistico. Al compimento del quinquennio ogni studente otterranno un attestato finale con valutazione e descrizione dettagliata del percorso formativo compiuto.
“Siamo certi – sottolinea l’assessore Pasqui – che lo studio di uno strumento musicale possa costituire – come riporta chiaramente il decreto ministeriale n 235/1999, un’integrazione interdisciplinare e un arricchimento complessivo di formazione della persona; la musica e la sua evoluzione linguistica hanno frequenti momenti di incontro con le discipline letterarie, scientifiche e storiche ed inoltre attraverso la musica si offre agli alunni un’ ulteriore possibilità di conoscenza, espressione e coscienza, razionale ed emotiva, di sé”.

protocollo-intesa

Contenuto inserito il 29/11/2010

Informazioni

Nome della tabella
Autore Ufficio Stampa - Michela Avi

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità