Il Sindaco Sborgia a Roma per discutere del decreto legge sisma

Convocato a Roma il sindaco di Camerino Sandro Sborgia che oggi sarà ricevuto dalla Commissione VIII (Ambiente, territorio e lavori pubblici) della Camera dei Deputati, nell’ambito dell’esame del decreto-legge n. 123/2019 C. 2211 sulle “Disposizioni urgenti per l’accelerazione e il completamento delle ricostruzioni in corso nei territori colpiti da eventi sismici”. Un ciclo di audizioni informali che vedrà a Roma insieme al sindaco Sborgia anche primi cittadini di L’Aquila, Teramo, Norcia, Arquata, Castelsant’Angelo sul Nera, Barisciano, Amatrice, Accumuli. “Esporremo le nostre considerazioni in merito al DL Sisma – spiega Sandro Sborgia – Personalmente lo trovo positivo, anche se necessita di qualche specificazione e modifica. Proporrò l’abrogazione dell’articolo 2 c.2 che riguarda la riedificazione degli edifici scolastici negli stessi luoghi dove erano ubicati e l’impossibilità di cambio di destinazione d’uso delle aree che ospitavano gli istituti in questione”. A riguardo è stato convocato anche il Rettore dell’Università di Camerino e il Capo della Protezione civile Angelo Borrelli.
Intanto è stato convocato per mercoledì alle 21 il Consiglio comunale nella sala riunioni della Contram in via Le Mosse, 19 nel quale si discuterà dei seguenti ordini del giorno: Cessione a titolo gratuito del diritto di proprietà superficiaria di porzione dell’immobile di proprietà dell’Unione Montana “Marca di Camerino” in via Venanzio Varano all’agenzia del Demanio da destinare a sede del Comando dei Carabinieri di Camerino; la variante parziale al P.P. 13, al P.L. Raggiano e nuova area edificabile in Fonte San Bartolomeo in variante parziale del P.R.G.; variante parziale al P.R.G. in località Le Mosse.

Contenuto inserito il 05/11/2019
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità