Approvato il PSR in Consiglio comunale. Marassi: “Finalmente c’è un’idea sul futuro”

Nell’ultimo Consiglio comunale dell’anno a Camerino è stato approvato il Programma Straordinario della Ricostruzione con otto voti favorevoli e quattro contrari. Assente per ragioni di salute l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Fanelli.
Un passo fondamentale per la ricostruzione della città ducale, come ha tenuto a sottolineare anche il sindaco Sandro Sborgia. Dopo l’illustrazione da parte dei consiglieri incaricati alla Ricostruzione Anna Ortenzi e Luca Marassi, un lungo dibattito ha animato il consiglio comunale prima del voto finale. Anche il commissario straordinario alla ricostruzione Giovanni Legnini ha portato il suo saluto al Consiglio Comunale di Camerino. “Finalmente la città ha un documento e un’idea su come sarà la ricostruzione – ha affermato Luca Marassi – si tratta di un programma, per cui potrà essere cambiato, integrato, ridiscusso. Abbiamo cercato fin da subito di coinvolgere tutta la cittadinanza. C’è stato un grande impegno e un grande lavoro nonostante abbiamo attraversato un anno non semplice come quello che stiamo chiudendo, a causa dell’emergenza sanitaria. Siamo convinti che il PSR darà un nuovo slancio alla ricostruzione nonché speranza a tutti noi che vogliamo di tornare il prima possibile a rivivere la nostra bella città. Il mio augurio per il futuro è che si riesca a collaborare ancora di più, lavorando sodo e lasciando da parte inutili strumentalizzazioni. Noi siamo sempre a disposizione e aperti a considerare ogni proposta o suggerimento che ci aiuti a far rinascere la nostra amata città, lo ribadisco anche in questa occasione”.
Approvata all’unanimità la De.Co (Denominazione comunale d’origine) che sarà, con tutta probabilità, utilizzata per la prima volta per il torrone di Camerino. Si tratta di un riconoscimento comunale che viene attribuito dall’amministrazione e che dimostra l’origine locale di un prodotto, ne racconta la storia, ne disciplina la realizzazione e gli ingredienti sia verso i produttori che verso i consumatori. Sarà un valido strumento per fare promozione territoriale e per dare un’identità riconosciuta ai tanti prodotti tipici della tradizione locale camerte.

Contenuto inserito il 31/12/2020
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità