facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
 

Protocollo tra il Comune di Camerino e la Croce Rossa Italliana

Sisma, nasce il progetto Casa Amica: una nuova struttura socio-sanitaria a Camerino

Una nuova struttura socio sanitaria da realizzare a Camerino (MC) nelle Marche, capace di ospitare fino a 35 anziani non autosufficienti. È il cuore del progetto ‘Casa Amica’, firmato oggi nella sede della Croce Rossa Italiana a Roma da Francesco Rocca, Presidente CRI e Gianluca Pasqui, Sindaco di Camerino, alla presenza del Presidente del Comitato Regionale CRI Marche Fabio Cecconi e del Presidente del Comitato Territoriale di Camerino Gianfranco Broglia.

Il centro inizialmente destinato agli anziani, in questo momento senza strutture che possano accoglierli, sarà in grado di rispondere alle diverse esigenze che arriveranno nel tempo dal territorio, trasformandosi superata la fase della post-emergenza, in un centro polivalente rivolto a persone di tutte le età con spazi di formazione e per attività culturali, educative e ludiche. Un luogo dove aggregarsi e cercare di ricostruire il tessuto sociale delle comunità colpite dal sisma.

“Iniziative come quella di oggi sono l’esempio del grande cuore dell’Italia di cui Croce Rossa è un vero e proprio simbolo. Un esempio dell’Italia che aiuta. È il primo vero passo verso un nuovo inizio. Il nuovo centro di Camerino non servirà solo per il nostro Comune ma per tutto l’entroterra della provincia di Macerata”, ha commentato il Sindaco Pasqui.

Un momento importante, quello di oggi, anche per il Presidente di Croce Rossa Italiana Francesco Rocca: “La firma di questo protocollo rappresenta un importantissimo segnale , di cui siamo felici- ha commentato-. Voglio però ricordare che attività come questa non sarebbero possibili senza le donazioni di tantissime persone che ripongono in noi la loro fiducia”.
“L’impegno della Croce Rossa – ha aggiunto il Presidente Rocca- è quello di mettersi a disposizione non solo per le grandi opere ma anche per rispondere alle piccole grandi necessità che arrivano dai territori in difficoltà. La nostra idea di ricostruzione parte dall’ascolto costante del territorio”.

3

7

8 (1)

Data di pubblicazione:
29/04/2017
Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password