Sisma ottobre 2016 – MODULISTICA

banner modulistica varia

Documentazione a corredo della richiesta di revoca dell’ordinanza di inagibilità
Al fine di revocare l’ordinanza di inagibilità emessa dal Comune di Camerino a seguito del sopralluogo FAST/AEDES, il direttore dei lavori deve presentare – insieme alla documentazione di fine lavori – anche una dichiarazione di conseguita agibilità, come da modello allegato.
dichiarazione_conseguita_agibilità

Avviso richiesta integrazione dati relativi alla domanda di Contributo di Autonoma Sistemazione
A seguito della richiesta da parte del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale, il Comune deve inserire ulteriori dati nell’apposito sistema informatico Cohesion Work PA predisposto dalla stessa Regione Marche per la certificazione e la successiva liquidazione dei contributi di autonoma sistemazione (CAS).
Il richiedente il Contributo di Autonoma Sistemazione deve obbligatoriamente comunicare i dati anagrafici riguardanti i singoli componenti del nucleo familiare, i dati catastali relativi all’abitazione occupata prima del sisma, i dati relativi al luogo di destinazione in autonoma sistemazione e i dati anagrafici del proprietario della soluzione abitativa in cui si è trovata autonoma sistemazione.
La comunicazione deve essere fatta utilizzando il modello allegato debitamente compilato e firmato che può essere trasmesso a questo Comune entro il 20 aprile 2017 in uno dei seguenti modi:
• consegna a mano (piano terra della sede CONTRAM SpA in Via Le Mosse n. 19 dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00)
• via mail al seguente indirizzo: segreteria@camerino.sinp.net
• via PEC al seguente indirizzo: comune.camerino.mc@legalmail.it
L’integrazione dei dati deve essere fatta anche da chi non percepisce più il contributo.
La mancata o incompleta comunicazione dei dati richiesti comporta la sospensione del beneficio.
CAS_ulterioridatiallegato

Conferma/Rinuncia struttura abitativa di emergenza S.A.E.
Si porta a conoscenza della cittadinanza che è stato predisposto il modello per la conferma/rinuncia della struttura abitativa di emergenza S.A.E.
La dichiarazione deve essere inoltrata al Comune di Camerino entro le ore 12.00 di venerdì 7 aprile 2017.
Alla dichiarazione deve essere allegata fotocopia del documento di riconoscimento.
Nel modulo dovrà essere specificato:
- foglio e particella dell’immobile in cui si aveva dimora stabile e continuativa al momento
del sisma che risulta inagibile;
- i dati relativi all’esito del sopralluogo (scheda Aedes o Fast);
- numero e data dell’ordinanza sindacale se già notificata;
In assenza di tali dati l’istanza non verrà accettata.
È utile ricordare che elemento essenziale per richiedere una S.A.E. è avere, alla data del 26 ottobre 2016, la dimora stabile e continuativa nel Comune di Camerino.
Si ricorda che su tali certificazioni e sulla verifica dei requisiti, valevoli anche per la richiesta del contributo di autonoma sistemazione (C.A.S.), verranno fatti tutti i controlli previsti dalle norme vigenti.
conferma_rinunciaSAE

Dichiarazione ai fini dell’esenzione IMU E TASI – Legge 15 dicembre 2016, n. 229 art. 48, comma 16
La Dichiarazione ai fini dell’esenzione IMU e TASI – Legge 15 dicembre 2016, n. 229 Art. 48 comma 16 – ha scadenza 28/02/2017. Il contribuente può presentare tale dichiarazione direttamente presso l’ufficio protocollo del Comune di Camerino, a mezzo posta – raccomandata AR, a mezzo PEC – posta certificata al seguente indirizzo: comune.camerino.mc@legalmail.it
In allegato il file per la dichiarazione
esenzioneIMU _TASI

Alloggio in una struttura ricettiva nel territorio del Comune di Camerino
Per i cittadini ospitati nelle strutture ricettive che intendono ritornare nel territorio del Comune di Camerino l’Amministrazione ha stabilito di formulare una “graduatoria dinamica” (che rimane aperta ad aggiornamento periodico quindicinale) a cui attingere in caso di disponibilità da parte delle strutture alberghiere che si trovano nel comune di Camerino.
CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA:
I cittadini ospitati nelle strutture ricettive che abbiano un’abitazione danneggiata in cui avevano dimora abituale e continuativa in proprietà, in affitto o abitata ad altro titolo nel territorio del Comune di Camerino che risulti:
−inagibile a seguito della rilevazione effettuata;
−situata in Zona Rossa
−in attesa di verifica di agibilità ma il richiedente dovrà dichiarare che è distrutta o inagibile.
CRITERI E PRIORITÀ PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA:
1) nuclei familiari con uno o più figli in età scolare con priorità ai nuclei che hanno un componente portatore di handicap o con certificato d’invalidità non inferiore al 67%. A parità di condizioni si darà priorità al nucleo con maggior numero di figli e con età minore;
2) nuclei familiari con uno o più figli in età scolare. A parità di condizioni si darà priorità al nucleo con maggior numero di figli e con età minore;
3) nuclei familiari che hanno un componente portatore di handicap o con certificato d’invalidità non inferiore al 67%. A parità di condizioni si darà priorità ai nuclei con componente più anziano;
4) nuclei familiari con almeno un componente che svolge attività lavorativa con sede a Camerino con turnazione di orario.
Per la formulazione della prima graduatoria le domande dovranno essere presentate entro: mercoledì 1° febbraio 2017
Si informano gli interessati che è possibile inoltrare le domande per l’inserimento nella graduatoria dinamica aperta presso il Comune di Camerino tramite le seguenti modalità:
- spedizione all’indirizzo pec (da un’altra casella pec) del Comune: comune.camerino.mc@legalmail.it
- consegna direttamente a mano all’Ufficio sito a piano terra della sede CONTRAM SpA –Via Le Mosse 19/21, 62032 Camerino (MC) in orario 9,00/12,00 dal lunedì al sabato.
Si ribadisce che la graduatoria sarà aggiornata ogni 15 giorni dalla data della prima pubblicazione in base alle domande che verranno via via presentate.
Per ogni ulteriore informazione chiamare al n. di cell.: 366 6582674 o scrivere e-mail a comune@camerino.sinp.net
domanda_strutturaricettiva

Delocalizzazione attività economiche: manifestazione di interesse
Delocalizzazione immediata e temporanea delle attività economiche danneggiate dagli eventi sismici del 24 agosto, 26 e 30 ottobre 2016, ordinanza n. 9 del 14/12/2016 del Commissario del Governo per la ricoostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016.
DELOCALIZZAZIONE SU AREA PUBBLICA ATTREZZATA ALL’INTERNO DELLA QUALE I SINGOLI OPERATORI POSSONO REALIZZARE UNA STRUTTURA TEMPORANEA art. 1 comma 2 lettera “d” ord. n. 9 del 14.12.2017 del Comm. del Governo per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016
Si comunica che i soggetti interessati possono presentare apposita manifestazione d’interesse per la delocalizzazione delle proprie attività economiche su area del Comune.
Per la manifestazione d’interesse è necessario utilizzare il modello allegato al presente avviso
Il Comune si riserva di individuare le aree e i criteri di assegnazione in base al numero di richieste pervenute ed alla tipologia di attività da delocalizzare.
La manifestazione d’interesse dovrà essere presentata entro le ore 13,00 del giorno 24.01.2017 direttamente al C.O.C. (Centro Operativo Comunale) via Le Mosse n. 19 – sede Contram – piano terra oppure via PEC al seguente indirizzo: comune.camerino.mc@legalmail.it
manifestazione_interesse_delocalizzazione

Disponibilità locali per uso abitativo: manifestazione di interesse
L’Amministrazione comunale ha la necessità di disporre di locali ad uso abitativo per far fronte alle esigenze post-sisma.
I soggetti proprietari dei suddetti immobili sono invitati a manifestare il proprio interesse a metterli a disposizione del Comune di Camerino, secondo modalità da concordare.
Per la manifestazione di interesse può essere utilizzato il modello Allegato_2 da presentare direttamente al C.O.C. (Centro Operativo Comunale) via Le Mosse n. 19 – sede Contram – piano terra oppure via mail all’indirizzo emergenza@camerino.sinp.net o via PEC all’indirizzo: comune.camerino.mc@legalmail.it entro il entro il 23 gennaio 2017.
Allegato_2

Disponibilità locali per uso commerciale, per uffici o magazzino/deposito: manifestazione di interesse
L’Amministrazione comunale ha la necessità di disporre di locali ad uso commerciale, per uffici o magazzino/deposito per far fronte alle esigenze post-sisma.
I soggetti proprietari dei suddetti immobili sono invitati a manifestare il proprio interesse a metterli a disposizione del Comune di Camerino, secondo modalità da concordare.
Per la manifestazione di interesse può essere utilizzato il modello Allegato_1 da presentare direttamente al C.O.C. (Centro Operativo Comunale) via Le Mosse n. 19 – sede Contram – piano terra oppure via mail all’indirizzo emergenza@camerino.sinp.net o via PEC all’indirizzo: comune.camerino.mc@legalmail.it entro il 23 gennaio 2017.
Allegato_1

Delocalizzazione immediata e temporanea delle attività economiche danneggiate dagli eventi sismici del 24 agosto, 26 e 30 ottobre 2016: avviso manifestazione di interesse
Delocalizzazione immediata e temporanea delle attività economiche danneggiate dagli eventi sismici del 24 agosto, 26 e 30 ottobre 2016 (Ordinanza n. 9 del 14/12/2016 del Commissario del Governo per la ricostruzione bei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016)
AVVISO MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
Il Comune di Camerino al fine di ottenere un quadro completo delle attività economiche danneggiate dal sisma interessate alla delocalizzazione temporanea su aree pubbliche comunica che è possibile presentare una manifestazione di interesse per la delocalizzazione della propria attività.
La delocalizzazione potrà avvenire nei seguenti modi:
1) nelle strutture temporanee attrezzate dal Comune nell’area pubblica sita in via Madonna delle Carceri (ex Christmas Park). L’area sarà disponibile a breve e non coprirà le effettive esigenze di tutte le attività danneggiate. Il Comune si riserva di stabilire criteri di assegnazione qualora le richieste siano superiori agli spazi allestiti.
2) nelle strutture temporanee attrezzate dalla Regione Marche in una delle seguenti aree pubbliche: loc. Vallicelle; via Madonna delle Carceri/San Paolo, loc. Calvie. L’intervento avrà tempi tecnici di realizzazione stimati in circa 6/8 mesi.
La scelta della delocalizzazione presso l’ex Christmas Park non preclude la successiva delocalizzazione nelle altre aree.
(Centro Operativo Comunale) via Le Mosse n. 19 – sede Contram – piano terra
La manifestazione d’interesse dovrà essere presentata entro le ore 13,00 del giorno 09.01.2017 direttamente al C.O.C. (Centro Operativo Comunale) via Le Mosse n. 19 – sede Contram – piano terra oppure via PEC al seguente indirizzo: comune.camerino.mc@legalmail.it
manifestazione_interesse

Domanda per l’assegnazione di Strutture Abitative di Emergenza (SAE)
Il Comune di Camerino avvisa la cittadinanza che è possibile presentare la domanda per l’assegnazione di una struttura abitativa di emergenza (SAE).
Possono fare richiesta i soggetti la cui abitazione, sita nel comune di Camerino, rientra in una delle seguenti categorie:
- Inagibile con esito “E” o “F” a seguito di rilevazione effettuata con scheda Aedes;
- Dichiarata “inutilizzabile” a seguito di scheda “Fast”;
- Inclusa in Zona Rossa dichiarata con ordinanza del Sindaco;
- Non ancora visionata e in attesa di verifica ma con danni evidenti e gravi tali da essere ritenuta inagibile.
Il modello per la presentazione della domanda è disponibile presso presso l’Ufficio del Cittadino (piano terra della sede CONTRAM SpA in Via Le Mosse n. 19) e sul sito istituzionale.
La domanda dovrà essere presentata entro le ore 12 del giorno 6 febbraio 2017 direttamente presso l’Ufficio del Cittadino (piano terra della sede CONTRAM SpA in Via Le Mosse n. 19) oppure via PEC al seguente indirizzo: comune.camerino.mc@legalmail.it
modelloSAE

Avviso assegnazione in uso provvisorio e temporaneo di moduli abitativi provvisori – container adibiti a struttura abitativa di emergenza nella disponibilità del Comune
È istituito un servizio per dare risposta all’emergenza abitativa a favore dei nuclei familiari privi di alloggio e in possesso dei requisiti di seguito elencati, compatibilmente con la disponibilità di posti letto nei container adibiti allo scopo.
Si ricorda che ai sensi dell’articolo 1 comma 2 dell’OCDPC 408 del 15/11/2016 i posti letto sono destinati ai cittadini residenti a Camerino che abbiano un’abitazione danneggiata in cui avevano dimora abituale e continuativa in proprietà, in affitto o abitata ad altro titolo nel territorio del Comune di Camerino che risulti:
−inagibile a seguito della rilevazione effettuata;
−situata in Zona Rossa
−in attesa di verifica di agibilità ma il richiedente dovrà dichiarare che è distrutta o inagibile.
CRITERI E PRIORITÀ:
L’assegnazione verrà effettuata sulla base di una graduatoria che terrà conto dei seguenti criteri e priorità:
1) nuclei familiari con uno o più figli in età scolare con priorità ai nuclei che hanno un componente portatore di handicap o con certificato d’invalidità non inferiore al 67%. A parità di condizioni si darà priorità al nucleo con maggior numero di figli e con età minore;
2) nuclei familiari con uno o più figli in età scolare. A parità di condizioni si darà priorità al nucleo con maggior numero di figli e con età minore;
3) nuclei familiari ospitati al Centro di accoglienza delle Calvie con priorità ai nuclei che hanno un componente portatore di handicap o con certificato d’invalidità non inferiore al 67%. A parità di condizioni si darà priorità ai nuclei con componente più anziano;
4) nuclei familiari con almeno un componente che svolge attività lavorativa con sede a Camerino con turnazione di orario.
MODALITÀ DI ASSEGNAZIONE
L’assegnazione temporanea dei posti letto nei container verrà effettuata mediante determinazione del Responsabile del Settore.
L’assegnatario dovrà occupare l’alloggio entro 3 giorni dall’assegnazione pena la revoca dell’assegnazione stessa, salvo motivi sopraggiunti indipendenti dalla volontà dell’assegnatario, che saranno valutati da parte del Comune.
I posti letto vengono assegnati per il tempo strettamente necessario a fronteggiare le condizioni di emergenza abitativa.
TIPOLOGIA DELLE STRUTTURE
Le prime strutture si trovano nell’area di Protezione Civile situata nel quartiere di “Vallicelle”.
I container sono suddivisi in locali ad uso privato da 3 o 4 posti letto e locali in comune (WC uomini, WC donne, docce uomini, docce donne, area distribuzione pasti, sala comune).
PRESENTAZIONE DOMANDE
Le domande dovranno pervenire entro il termine di scadenza previsto per il giorno: venerdì 12 gennaio 2017. Le domande già pervenute restano valide.
Il modulo è disponibile l’Ufficio del Cittadino (piano terra della sede CONTRAM SpA in Via Le Mosse n. 19) e sul sito istituzionale.
Il modulo compilato, con allegato il documento di identità del richiedente, va consegnato al Comune di Camerino presso la sede della CONTRAM SpA (piano terra sede).
scarica domanda

Sopralluoghi (FAST e/o AEDES)
Chiunque abbia bisogno di copia della scheda del sopralluogo deve compilare e consegnare all’Ufficio Protocollo la richiesta di accesso agli atti allegata. Per il ritiro della copia, che avverrà dopo qualche giorno dalla richiesta, bisogna recarsi all’Ufficio “Informazioni sopralluoghi e relativi esiti – Ritiro schede FAST e AEDES” collocato nel container N. 3 presso la Contram S.p.A. in via Le Mosse n. 19, aperto al pubblico esclusivamente dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00 (cell. 338 6080722).
accesso_atti

Ordinanze inagibilità
Le ordinanze di inagibilità possono essere ritirate presso la Polizia Municipale presso lo stabile in via Le Mosse n. 17, aperto al pubblico dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 12 (info: 320 4316980 / 320 4346889).

Informazioni riguardanti la ricostruzione privata post sisma 24 agosto, 26 e 30 ottobre 2016
Per informazioni e chiarimenti riguardanti le modalità di interventi tecnici riguardanti la ricostruzione privata post sisma 24 agosto, 26 e 30 ottobre 2016, è possibile rivolgersi all’Ufficio Edilizia privata e Urbanistica ubicato nel container N. 1 presso la Contram S.p.A. in via Le Mosse n. 19, aperto al pubblico dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.00 (cell. 320 4316920).

Contributo per l’autonoma sistemazione
E’ possibile presentare la richiesta di contributo per l’autonoma sistemazione
CHI HA DIRITTO AL CONTRIBUTO: Hanno diritto al contributo per l’autonoma sistemazione i nuclei familiari la cui abitazione principale, abituale e continuativa sia stata distrutta in tutto o in parte, ovvero sia stata sgomberata in esecuzione di provvedimenti delle competenti autorità, che autonomamente hanno provveduto al reperimento di una sistemazione alloggiativa alternativa temporanea, non avente carattere di stabilità. La disciplina sui contributi per l’autonoma sistemazione è applicabile anche a favore degli studenti iscritti presso Istituti universitari ed Istituti superiori di grado universitario che rilasciano titoli di studio aventi valore legale con sede nel comune di Camerino.
PER QUANTO TEMPO SPETTA IL CONTRIBUTO: Il contributo è concesso esclusivamente per il periodo in cui si è provveduto autonomamente alla sistemazione (anche non onerosa) del proprio nucleo familiare, per cui non spetta per i periodi nei quali si è usufruito di sistemazioni con oneri a carico della pubblica amministrazione (strutture temporanee di accoglienza, strutture ricettive). Il diritto al contributo cessa nel momento in cui la propria abitazione viene dichiarata agibile.
A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO: Con Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 408 del 15/11/2016 sono stati rideterminati gli importi del contributo che, a decorrere dal 15 novembre, sono quantificati come segue: € 400,00 per i nuclei familiari composti da una persona; € 500,00 per i nuclei familiari composti da due persone; € 700,00 per i nuclei familiari composti da tre persone; € 800,00 per i nuclei familiari composti da quattro persone; € 900,00 per i nuclei familiari composti da cinque o più persone.
E’ riconosciuto un contributo mensile aggiuntivo di € 200,00 per:
a) ogni componente del nucleo familiare avente età superiore a 65 anni;
b) ciascun componente portatore di handicap ovvero disabile con percentuale di invalidità non inferiore al 67%.
Tale contributo aggiuntivo è cumulabile qualora ricorrano contemporaneamente le condizioni a) e b) e può in ogni caso superare il limite massimo di € 900,00 mensili per ogni nucleo familiare.
La rideterminazione degli importi dei contributi si applica anche ai beneficiari del contributo per l’autonoma sistemazione a seguito del sisma del 24 agosto 2016 a decorrere dal 15 novembre.
DOVE SI PRESENTA LA DOMANDA: La domanda può essere presentata al COC (Centro Operativo Comunale) Via Le Mosse n. 19 – edificio Contram – piano terra oppure via PEC al seguente indirizzo: comune.camerino.mc@legalmail.it
domanda_CAS
aggiornamento_domandaCAS

Modello istanza di sopralluogo per edifici/opere pubbliche, privati
Riportiamo sotto il Modello IPP che deve essere compilato da chi intende fare richiesta di sopralluogo per edifici/opere pubbliche, privati. Il modello deve essere poi consegnato al C.O.C. attivo presso i locali della Contram SpA in via Le Mosse n. 19 o inviato alla PEC comune.camerino.mc@legalmail.it
Le domande dovranno pervenire entro il termine di scadenza previsto per il giorno: 16 gennaio 2017.
Si comunica che a seguito degli ultimi eventi sismici del 18 gennaio, in data 12 febbraio è stata pubblicata dal Dipartimento della Protezione Civile la nuova Circolare con protocollo n. UC/TERAG16/0010781, che aggiorna alcune indicazioni in merito alle modalità e al termine per la presentazione delle istanze di sopralluogo per la verifica dei danni.
Nello specifico si fa riferimento ai Comuni di seguito elencati nei quali il risentimento al sito risulta superiore ai precedenti eventi e tale da poter aver procurato un aggravamento del quadro di danneggiamento dei manufatti interessati precedentemente senza danni o con danni lievi: Montereale, Capitignano, Campotosto, Pizzoli, Barete, Cagnano Amiterno, Scoppito, in provincia di L’Aquila, Antrodoco e Borbona, in provincia di Rieti oltre ad Amatrice (RI), Accumoli (RI), e Arquata (AP).
Per i suddetti comuni la scadenza per la richiesta di primo sopralluogo o revisione di un precedente sopralluogo con scheda Fast con esito utilizzabile o scheda Aedes con esito A è prorogata alla data del 28 febbraio p.v. (fa fede la data di protocollo) ed è sufficiente l’istanza semplice di sopralluogo (modello IPP).
Per i Comuni al di fuori dell’elenco, l’stanza di primo sopralluogo dovrà essere accompagnata da perizia asseverata e presentata entro il 28 febbraio 2017.
Le istanze di sopralluogo su modello IPP presentate dopo il sisma del 24 agosto 2016 sono valide anche per i danni causati dal sisma del 26 e 30 ottobre 2016, anche se è stato già effettuato il sopralluogo, con qualsiasi esito.
modelloIPP

 
Data di pubblicazione:
28/11/2016
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password